Home » webzine » News » sport » Processo Juve si sposta a Roma, Torino incompetente

Processo Juve si sposta a Roma, Torino incompetente

La decisione della Cassazione

 

Il processo sui conti della Juventus si sposta a Roma. I giudici della Quinta sezione della Cassazione hanno dichiarato l’incompetenza territoriale di Torino ordinando la trasmissione degli atti alla Procura di Roma 

La Suprema Corte era chiamata a esprimersi sulla competenza territoriale del processo di Torino e all’udienza camerale che si è discussa oggi la Procura generale aveva ribadito quanto già esposto con una memoria a luglio, chiedendo lo spostamento del procedimento a Milano, sede della Borsa. Lo spostamento dell’inchiesta a Roma o a Milano era stato chiesto dalle difese. È stato il gup del tribunale di Torino a chiedere il parere della Cassazione.  

Nel procedimento figurano 12 indagati, tra gli ex vertici del club bianconero, e la stessa società. Le accuse, a vario titolo, sono quelle di aggiotaggio, false comunicazioni sociali, ostacolo alla vigilanza Consob e false fatturazioni. 

Gli atti del procedimento raccolti dall’accusa sono stati alla base dei procedimenti sportivi che hanno coinvolto la Juve nella scorsa stagione. Per il processo plusvalenze, la Juve è stata penalizzata di 10 punti e la sanzione ha determinato la retrocessione della formazione bianconera fuori dalla zona Champions League. Il processo legato al pagamento degli stipendi nel periodo covid, invece, si è chiuso con il patteggiamento e una sanzione pecuniaria. A conclusione dell’iter, la Uefa ha escluso la Juve dalle coppe europee per una stagione. 

Fonte: Adnkronos | riproduzione riservata 

Foto: Lo Juventus Stadium – (Fotogramma)

Print Friendly, PDF & Email

Iscriviti ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ricevi gratis tutte le notizie, le offerte esclusive e gli aggiornamenti.   Puoi cancellarti in qualsiasi momento.