Home » webzine » News » Zelensky all’Onu: “Russia colpevole di genocidio”

Zelensky all’Onu: “Russia colpevole di genocidio”


L’intervento del presidente dell’Ucraina: “Mosca colpevole di genocidio, usa la carenza di cibo come arma e trasforma le centrali nucleari in bombe sporche”

 

 

La Russia sta commettendo “un genocidio” e usa il cibo come un’arma nella guerra contro l’Ucraina. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky interviene all’Assemblea generale dell’Onu oggi, 19 settembre 2023. Il leader di Kiev prende la parola nel Palazzo di Vetro con un intervento ovviamente dedicato al conflitto iniziato oltre 18 mesi fa. 

“Noi conosciamo i nomi di decine di migliaia di bambini ed abbiamo prove di centinaia di altri rapiti dalla Russia nei territori occupati e poi deportati”, dice Zelensky ricordando che “la corte penale internazionale ha emesso ordini di arresto per questi crimini”. 

“Noi stiamo cercando di riportare questi bambini a casa, ma il tempo passa e cosa succederà di loro?”, aggiunge, spiegando che a questi bambini deportati in Russia verrà insegnato ad odiare l’Ucraina e tutti i loro legami con le famiglie verranno spezzati. “Questo è chiaramente un genocidio”. 

“MOSCA USA IL CIBO COME UN’ARMA”

Per Zelensky, “è chiaro il tentativo della Russia di usare la mancanza di cibo sul mercato globale per ottenere in cambio il riconoscimento di alcuni, se non tutti, i territori occupati”. Il presidente ucraino accusa la Russia di usare nella sua guerra di aggressione non solo le armi, ma di “trasformare molte altre cose in armi”, come il cibo e l’energia. “La Russia sta usando i prezzi alimentari come un’arma”, dice, affermando che l’Ucraina, dopo il blocco dell’accordo sul grano, sta lavorando per stabilire altre rotte e corridoi anche terrestri per esportare i propri prodotti alimentari. “Sostenete le nostre iniziative”, aggiunge Zelensky rivolgendosi alla platea. 

Capitolo nucleare: “La Russia sta usando l’energia nucleare come un’arma. Non solo sta diffondendo le sue tecnologie inaffidabili per la costruzione di centrali nucleari, ma ha anche sta trasformando gli impianti nucleari di altri Paesi in bombe sporche”, dice, con un riferimento alla centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia, occupata dai russi.  

L’APPELLO DI ZELENSKY: “UNITI CONTRO L’AGGRESSORE”

“Dobbiamo agire unite per sconfiggere l’aggressore, dobbiamo concentrare le nostre capacità ed energie per affrontare queste sfide”, dice il presidente ucraino, che nel suo intervento fa riferimento ad un summit globale per la pace, senza però indicare date precise. “Mentre la Russia spinge il mondo verso la guerra finale, l’Ucraina sta facendo il possibile per garantire che, dopo l’aggressione russa, nessuno nel mondo osi attaccare un’altra nazione”.

Fonte: Adnkronos | riproduzione riservata 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Iscriviti ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ricevi gratis tutte le notizie, le offerte esclusive e gli aggiornamenti.   Puoi cancellarti in qualsiasi momento.